• Membri Fondatori

    Giuseppe Mancini, Francesca Zacchìa e Valerio Immordino

  • Società

    Liberi professionisti con sede a Roma fondato attivi dal 2013

  • Giochi Realizzati

    Red Rope: Don’t Fall Behind (2016), Circle of Sumo (2018), Circle of Sumo: Online Rumble (2020), Circle of Football (Steam Early Access, 2020), Escape from Today (2020), Mahmood Kobra (2021)

  • Sito Web

    Clicca l'icona per saperne di più!

Yonder è un team di sviluppo attivo a Roma dal 2013. È composto da liberi professionisti che si interfacciano con diverse società e altri professionisti del settore attivi sia sul territorio italiano che all’estero. Negli anni Yonder ha creato e rilasciato diversi giochi quali Red Rope: Don’t Fall Behind, Circle of Sumo e Circle of Football, due videogiochi musicali, o ‘game-clip’, Escape from Today, il videogioco della band degli ‘Psicologi’, in collaborazione con Bomba Dischi e Mahmood Kobra, il videogioco ufficiale di Mahmood, in collaborazione con Universal Music. Attualmente è al lavoro su Hell is Others che Yonder sta sviluppando insieme a Strelka Games, e su altri due giochi, AITA (non ancora annunciato) e Caracoles.

Caracoles è un gioco multiplayer locale e online che simula un’improbabile gara di corsa tra lumache. I giocatori non devono fare altro che disegnare il proprio percorso dal punto A al punto B all’interno di un tracciato, il più velocemente e precisamente possibile. Dopodiché comincia la gara vera e propria: una gara lenta, molto lenta. Ma durante il percorso il giocatore può auspicare di imbattersi nella bava di una lumaca che lo ha preceduto che lo farà guizzare in avanti tra le urla disperate provocate dalla velocità improvvisa. 

Sia la veste grafica del gioco, realizzata in una pixel art dal mood punk-psichedelico, che il sound design realizzato interamente con la voce, come del resto la soundtrack dal ritmo incalzante affidata al beat-boxer giapponese Dokaka, fanno da contrappunto alla lentezza intrinseca della gara. 

Il prototipo di Caracoles nasce durante la Global Game Jam del 2019 e dal desiderio di realizzare un gioco multiplayer immediatamente divertente, per Switch e mobile.

Yonder ha intenzione di finalizzare il prototipo e proporre il gioco ad un publisher per quanto riguarda il marketing e la pubblicazione.

Yonder è un team di sviluppo manifestamente indipendente nei riferimenti culturali ed estetici adottati. I membri del team, per quanto da sempre appassionati cultori del media videoludico, provengono da percorsi di studi e da interessi differenti e adiacenti al mondo dei videogiochi, quali l’illustrazione, la scrittura, la musica, il cinema e l’antropologia. Per queste ed altri ragioni legate all’etica professionale, Yonder si impegna a creare delle opere artisticamente e filosoficamente dense, senza perdere di vista le finalità ludiche e la sperimentazione di nuove meccaniche e di esperienze di gioco.

In futuro Yonder vorrebbe rimanere indipendente, seppure con la volontà di costituire una società, nell’ottica di continuare a creare videogiochi originali, di coltivare le attuali sinergie con altre entità professionali e attivarne di nuove.

Si ringrazia il team Yonder per l'intervista.